GUIDA ALLA SCELTA

Come scegliere il miglior compressore per potatura

Segui i consigli di Tricarico Group
che ti guideranno nella tua scelta

Noto anche come motocompressore, il compressore per potatura è un dispositivo che aiuta a risparmiare tempo e fatica durante l’operazione di sfoltimento delle piante. In commercio sono disponibili varie tipologie con caratteristiche diverse, il miglior compressore per potatura deve essere selezionato in base a determinati parametri, vediamo insieme quali sono e come fare la giusta scelta.

Cosa bisogna valutare prima di scegliere il compressore per potatura

Un compressore per potatura va scelto in base a vari criteri. Di sicuro le dimensioni del prodotto e la capienza del serbatoio sono due aspetti basilari, ma non sono sufficienti per la scelta finale. Un altro aspetto da considerare riguarda la pressione con la quale l'aria viene spinta verso l'esterno. Bisogna sottolineare che un meccanismo caratterizzato da una maggiore compressione tende a esaurirsi più velocemente. Ciò significa che può necessitare di una ricarica molto più frequente, con conseguente perdita di tempo.

Quando si deve acquistare un compressore per potatura, bisognerà tener ben presente quale sarà il suo impiego. L’agricoltore esperto ha spesso la necessità di potare un'elevata quantità di piante, in tal caso, la sua scelta ricadrà inevitabilmente su un modello di compressore dotato di potenza e volume d'aria piuttosto elevati, un compressore di minori dimensioni risulterà invece più adatto ad un uso domestico della potatura delle piante del proprio giardino. Infine, non ci si può dimenticare del rumore che il compressore per potatura produce. Un modello abbastanza potente viene generalmente accompagnato da una rumorosità piuttosto importante e talvolta fastidiosa. Un fattore simile appare inevitabile, visti mole di lavoro da portare avanti e potenza generale. Una scelta di ottimo livello si basa anche su questi importanti dettagli.

Il miglior compressore per potatura

Il miglior compressore per potatura deve essere selezionato in base a una serie di parametri ben precisi. Si tratta di un dispositivo che va scelto senza lasciare nulla al caso, contribuendo a una corretta gestione nella fase della raccolta. In commercio sono disponibili varie tipologie di compressori, ma tutto dipende dal tipo di lavoro che deve essere effettuato. Dal compressore per potatura a batteria a quello a scoppio, c'è solo l'imbarazzo della scelta.

Il compressore per potatura mette a disposizione una serie di caratteristiche tecniche e pratiche davvero molto interessanti, in grado di rappresentare anche i suoi principali punti di forza. In primo luogo, tale dispositivo deve garantire un notevole livello di versatilità, specie se messo a confronto con un tipico compressore a trattore. Allo stesso tempo, ciò che conta è essere pronti a selezionare un attrezzo adeguato alle proprie esigenze specifiche, in modo da poter tagliare e potare al meglio diverse tipologie di piante senza alcuna criticità. Il risparmio di tempo e fatica è senz'altro una delle esigenze principali al momento di una decisione che può rivelarsi molto importante.

Tra i vari brand in commercio il compressore per potatura Campagnola è la scelta ottimale e il suo utilizzo apporta molti vantaggi nella gestione quotidiana, ad esempio, se viene collegato a un trattore anche spento riesce a funzionare tranquillamente, dato che l'aria necessaria per potare le piante, può restare attiva e pronta anche nel caso in cui motore venga spento. Un vantaggio simile non va lasciato in secondo piano, dato che il sistema garantisce un minore impatto ambientale rispetto ad altre metodologie. Infatti, con il trattore spento, il consumo d'energia viene tenuto sempre sotto controllo, con risparmi anche sotto l'aspetto economico. I compressori Campagnola sono in genere dotati di due serbatoi per il carburante ed hanno una pressione massima di esercizio di 9 / 11 bar,  può alimentare contemporaneamente fino a 6 forbici pneumatiche, 1 potatore a catena pneumatico oppure 3 o 4 abbacchiatori pneumatici. Tutti i motocompressori di Campagnola, grazie ad un dispositivo di autoregolazione pneumatica, accelera il motore solo nella fase di ricarica del serbatoio, questo offre la possibilità di risparmiare carburante, ridurre lo sprigionamento dei gas di scarico e riduce inoltre l’usura degli apparati meccanici.

Comments (0)

Prodotto aggiunto alla lista dei desideri
Product added to compare.