GUIDA ALLA SCELTA

Le caratteristiche del miglior prefiltro gasolio per trattore: guida alla scelta

Segui i consigli di Tricarico Group
che ti guideranno nella tua scelta

Il prefiltro gasolio per trattore è un dispositivo importante che consente di mantenere in perfetto stato il filtro del gasolio ed è quindi un elemento importante per il buon funzionamento dell’intero macchinario. Il prefiltro presenta una struttura simile al filtro e sono disponibili differenti tipologie che si distinguono sia per il tipo di involucro, che può essere in plastica o in metallo, sia per l’elemento principale che è composto di tanti strati realizzati in materiali idrorepellenti, come ad esempio cartone o cellulosa. Vediamo come scegliere il miglior prefiltro gasolio per il trattore in base alle sue caratteristiche.

Prefiltro gasolio per il motore: come sceglierlo per il proprio trattore

Quando si parla di un macchinario, o un mezzo di trasporto, se dobbiamo pensare alla parte più importante, inevitabilmente ci focalizziamo sul motore. Questa affermazione è ulteriormente vera se consideriamo i macchinari agricoli come i trattori, che devono operare nelle più disparate condizioni mantenendo sempre il massimo dell’efficienza per poter garantire all’agricoltore di portare a termine con successo il lavoro. Spesso le condizioni di lavoro implicano dei notevoli sforzi, e il motore a gasolio del propulsore del proprio macchinario può facilmente sporcarsi. Da qui deriva l’importanza di montare sul mezzo un filtro per il gasolio, essenziale per il funzionamento complessivo del mezzo. Ma un ulteriore accorgimento può essere quello di preservare il filtro montando un prefiltro, che viene posto in corrispondenza dei tubi del gasolio per effettuare una prima selezione delle impurità, così che gran parte delle particelle solide contenute all’interno della miscela del carburante non raggiungano il filtro.

Partiamo da una premessa fondamentale: il prefiltro è un elemento essenziale per consentire di preservare lo stato di salute del filtro del gasolio, in modo da garantirgli una maggiore durata vitale. Questo consente ai filtri del motore di funzionare in modo perfetto, in particolare evitando che delle impurità possano in qualche modo intaccarli e danneggiarli. Il prefiltro presenta una struttura simile al filtro, e allo stesso modo ne sono disponibili differenti tipologie, che si distinguono a prima vista per il tipo di involucro, che può essere in plastica o in metallo, mentre l’elemento in sé è composto di molteplici strati che sono realizzati in materiali idrorepellenti, ad esempio cartone o cellulosa.

La scelta è quindi molto ampia ma, dal momento che si tratta di un accessorio che riveste un ruolo di particolare spessore per il funzionamento del propulsore nonché della macchina agricola nel suo complesso, è indispensabile ponderare bene la scelta prima di procedere all’acquisto. Prima di tutto, occorre assicurarsi della compatibilità con il proprio veicolo e con il filtro accessorio. In larga parte questo dipende dalle dimensioni e dal diametro. Ad esempio, possiamo trovare dei prefiltri gasolio da 10 mm di diametro, molto compatti, ma che non si adattano a tutti i macchinari. Particolare attenzione occorre prestare anche alla struttura, dal momento che non tutte le forme sono adatte ad essere installate sui tubi del carburante di qualsiasi trattore. Il consiglio è quindi quello di iniziare la ricerca partendo da marchi specializzati, e che producano modelli che possono godere di un’alta compatibilità.

Un filtro efficiente per le macchine agricole

Se si fa ampio uso del proprio macchinario agricolo, occorre considerare l’eventualità di scegliere un prefiltro gasolio magnetico, un dispositivo dotato appunto di magneti che creano un campo ad alta potenza. Le molecole di carburante vengono costrette a passare attraverso questo campo, che ha l’effetto di imprimere loro maggiore velocità, migliorando così la nebulizzazione e di conseguenza la combustione. Il risultato finale di questa operazione coincide con un’agevolazione del lavoro del motore, che potrà così essere alimentato con un carburante ancora più pulito rispetto a quanto consentirebbe un impianto filtrante e prefiltrante tradizionale, con conseguente riduzione dei costi di manutenzione e delle spese relative al rifornimento.

Infine, prestiamo un occhio di riguardo alla manutenzione, dal momento che il prefiltro, essendo concettualmente simile al filtro, necessita di essere regolarmente pulito e cambiato. Questo perché i sedimenti e le impurità provenienti dal carburante tendono ad accumularsi, e ciò va a discapito dell’efficienza del dispositivo, che a un certo punto non sarà più in grado di svolgere la sua funzione con la stessa efficacia di quando era stato appena montato. Alcuni prefiltri sono dotati di un involucro trasparente, che rappresenta un ottimo indicatore che ci segnala quando questo necessita di una regolare manutenzione. Ma in linea generale possiamo affermare che piuttosto che ricorrere alla semplice pulizia, sia preferibile la sostituzione.

Ricordiamo infatti che, sebbene il prefiltro non possa in sé e per sé rivestire il ruolo del filtro, assume comunque un’importanza fondamentale nel prolungare il suo ciclo vitale e ridurre le spese di manutenzione.

Comments (0)

Prodotto aggiunto alla lista dei desideri
Product added to compare.